ACQUISTA OPERE AUTOGRAFATE

Paolo Martin firma in originale ogni sua opera numerata

Lancia K 2000

Lancia K Coupè

Il gruppo Lancia nel progettare la K 2000 in sostituzione della Thema aveva intenzionalmente osservato degli standard elevatissimi tuttora validi in quanto a dotazioni e sicurezza attiva e passiva, purtroppo la linea non era sufficientemente stimolante forse perché troppo vincolata allo stile Lancia ed aveva l'aria un po' compassata.

Non so se imputare questa proposta a IDEA comunque anche l'intervento di Pininfarina con il mod. Wagon non ne sollevò le sorti.
Nacque in seguito e presentata nel 1966 il modello Coupé che non migliorò le sorti di questa gamma essendo definita una berlina “Accorciata”.

La vettura, costruita dalla Maggiora era fantastica nella guida, rifinita splendidamente ma evidentemente non appagante sotto il profilo dell'immagine, sono stati troppi i condizionamenti strutturali e stilistici, si e investito molto sulla qualità ma non in modo sufficiente sull'immagine che ne ha avvalorato il declino.

Nel 1994, La Soc.di progettazione Bonansea mi commissionò uno studio per tentare di stimolare i vertici relativi a cambiare rotta ma purtroppo il progetto fu accantonato. Nell'affrontare questo tema mi sono ispirato vagamente alla famosa Aurelia B 20 in alcuni tratti stilistici, linea morbida ma proporzionata, coda posteriore con alettone integrato ai parafanghi molto “soft”, fiancata appena scolpita da motivo nascente dal passaruota posteriore e l'insieme si presentava in modo non strillante ma ,a mio avviso con forte carattere e personalità.

Questo insuccesso è l'esempio di come si possa rendere inutile tutto lo sforzo di gruppi di lavoro appassionati e dedicati da parte di alcune strutture dirigenziali ceche e ottuse non in grado di percepire le necessità e le esigenze dei clienti.