ACQUISTA OPERE AUTOGRAFATE

Paolo Martin firma in originale ogni sua opera numerata

Peugeot 104 Coupè

Peugeot 104 Coupè

Progettare e realizzare un'auto di grande serie comporta una serie di problematiche differenti da quelle che si possono incontrare nel costruire un prototipo di ricerca.

Gli spazi creativi sono ridotti al minimo, avendo a che fare con vincoli e restrizioni sia dal punto di vista legislativo che da quello economico, che di fatto impediscono qualunque volo di fantasia.
I primi disegni della Peugeot 104 nascono, in questo contesto creativo, intorno al 1967, ma la vettura verrà commercializzata solo nel 1972.
Essi prevedono una utilitaria a quattro porte di lunghezza molto contenuta, con carrozzeria di tipo hatchback.

Nel 1974, fu immessa sul mercato la versione a 3 porte, chiamata coupé per motivi puramente commerciali e che di sportivo in realtà non aveva niente.

Dal 1976 verrà commercializzata la versione a 5 porte, precedendo così tutte le altre concorrenti dell'epoca, come la Fiat 127.

La linea della 104 era abbastanza spigolosa, come di moda in quegli anni, con il frontale caratterizzato due gruppi ottici quadrangolari.
In realtà erano nati tondi e poi sarebbero diventati rettangolari proprio per rispettare quelle normative che prevedevano tra l'altro, una certa altezza da terra, un determinato tipo di bordo lente ed altri vincoli legati alla componentistica.

Il faro rettangolare di serie è stato veramente una pietra miliare nello stile delle auto.